Il castello errante di Howl

Oggi voglio darvi un consiglio: concedetevi un paio di ore di relax e gustatevi il film di animazione Il castello errante di Howl.

Questo film è stato diretto da Hayao Miyazaki, autore anche della sceneggiatura, è tratto dal romanzo omonimo di Diana Wynne Jones, pubblicato in Italia da Kappa Edizioni. L’opera è stata prodotta dallo Studio Ghibli.

È stato presentato in concorso alla 61ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, ed è uscito nelle sale italiane il 9 settembre 2005; fra le altre cose, con questo film il maestro ha ottenuto il Leone d’oro alla carriera, risultando l’unico produttore di film d’animazione a conquistare sia l’oscar che il Leone d’oro.

 

La prima volta che l’ho visto me ne sono subito innamorata. Adoro il disegno, i colori utilizzati, il mix tra l’ambientazione della Vienna imperiale dell’800, la magia, le automobili e le macchine da guerra volanti mosse dalla forza del vapore… L’ho guardato per la terza volta la settimana scorsa, e di nuovo ho visto dei dettagli, dei particolari che durante la visione precedente mi erano sfuggiti: un’espressione del volto, un dettaglio del paesaggio e quanto la vista dalla residenza della maestra Saliman assomigli a Trieste!

 

Questa è la trama del film:

 

“La vita di Sophie, una semplice ragazza, viene sconvolta dall’incontro con un misterioso individuo e, in seguito, da un maleficio scagliatole dalla malvagia Strega delle Lande, che la trasforma in una vecchietta; è cosi costretta ad andare via di casa a causa delle nuove sembianze. Nel viaggio verso le Lande, incontra uno strano spaventapasseri animato, che la inviterà a seguirlo fino a farla imbattere in un castello semovente in cui, pare, abiti il famigerato mago Howl. Qui si stabilirà come donna delle pulizie e scoprirà così che il misterioso ragazzo che aveva incontrato è proprio Howl, al quale la Strega delle Lande dà la caccia e sul quale pende una terribile maledizione, che lo lega al suo demone del fuoco domestico Calcifer. Per sciogliere la maledizione che la strega delle Lande ha lanciato su di lei, stringe un patto con Calcifer: lei scoprirà il segreto del patto tra Calcifer e Howl in cambio della liberazione. Nel mondo dove il potere della guerra e della magia sconvolgono senza pietà persone e luoghi, Sophie, grazie solo alle semplici armi del perdono, dell’amicizia e dell’amore riuscirà a costruire un nuovo modello di convivenza.”

Se vi incuriosisce, andate a vedere anche il link su YouTube e buona visione!

2 Commenti

Unisciti alla discussione per dirci la tua

Robertorispondi
7 febbraio 2011 a 20:29

Bellissimo e allucinante… decisamente non convenzionale, ma soprattutto, da vedere !!!

GiordanoBruno Luisèrispondi
18 febbraio 2011 a 0:38

Ritengo Miyazaki il Fellini dell’animazione classica non computerizzata. Guardati tutti gli altri suoi lavori. Impazzirai.

Rispondi