Assumere un designer? Otto punti indispensabili

Liberamente tratto dal sito Before&After – How to design cool stuff, da John McWade

“Cari lettori: Un collega – una persona che non si occupa di design – mi ha scritto la settimana scorsa chiedendo aiuto per l’assunzione di un “un leader nei servizi creativi” per dirigere un nuovo progetto per la sua impresa. Cosa dovrebbe cercare in un designer? Gli ho elencato otto qualità che secondo me sono fondamentali.

1- La passione, la visione e l’auto-motivazione. Senza questi, ti sembrerà di avere vicino una roccia. Hai bisogno di qualcuno che condivida la tua visione. Non c’è niente di peggio di qualcuno che di dica “cosa vuoi che faccia dopo?”

2- Vocabolario. Un creativo dovrebbe essere in grado di spiegare ciò che sta accadendo e perché, in un linguaggio che voi e il vostro personale sia in grado di capire. Se si inizia parlando in termini vaghi come come “pop” e “impatto”, fargli spiegare cosa intende dire. È più semplice dire: «Se facciamo A e B, possiamo aspettarci C.”

3- L’intelligenza curiosa. Cerca qualcuno che sia curioso su tutto e si approcci alla vita con un senso di meraviglia. Sarebbe meglio  qualcuno che ha avuto il tempo di conoscere la tua azienda e che faccia domande intelligenti.

4- Buone capacità concettuali. Ci sono molti modi per raggiungere un obiettivo di design. Le abilità concettuali possono elaborare modi ancora diversi e escretivi. Preparatevi a uscire dai soliti clichè. I migliori concetti sono spesso trascurati in un primo momento.

5- Un portfolio. Saprete in poco tempo l’abilità del progettista. Confrontare il suo lavoro con altri di eccellenza che hai visto, e non cercare il compromesso. Se è inferiore a quello che stai cercando, terminare l’intervista proprio lì. Educatamente, per favore.

6- Progetti. Se vedi un sacco di progetti, non importa per quanto attraenti, non vi diranno molto, i progettisti possono creare facilmente opere singole. Chiedigli di parlarti di progetti completi – sito Web, stampa e materiale di cancelleria, per esempio, che condividono un aspetto comune e lo scopo. Questo lavoro è più difficile da visualizzare, organizzare ed eseguire.

7- Esperienza nel mondo reale. Chiedi sempre cosa ha portato ad un determinato progetto. Come ha fatto il progettista di interagire con il cliente? Qual è stato il suo ruolo? Quanto tempo ci ha dedicato? Le revisioni? Budget? Fantastiche “opere nel portfolio” sono meno desiderabili di elaborazioni reali. Se trovate entrambi, meglio!

8- Capire le competenze. Si spera sempre di trovare una persona sincera sulle proprie competenze. Saper usare Indesign non significa avere competenze di stampa e saper leggere il codice HTML non significa usare Dreamweaver.

Note Varie:

Inutile dire che le personalità devono essere compatibili. Mai assumere un candidato che sembra perfetto sperando che sia lui a cambiare, Solitamente è possibile sentire l’atmosfera subito. Fidati dell’istinto.

Anche se  l’atmosfera è buona, è una buona idea di stabilire un periodo di prova. Una persona può essere qualificata e compatibile, ma per un motivo o un altro non essere adatta al tipo do lavoro.

In ogni caso, datevi un periodo di almeno 90 giorni in cui uno di voi può terminare l’impegno lavorativo, senza nessuna penale. Questo è un bene per entrambi. Il lavoro creativo viene da amore, passione e relazione. Non può essere falso.

Considerare l’assunzione e di lavoro a lunga distanza. Il design è perfetto per questo, si può gestire facilmente anche con live chat, e-mail e siti FTP. Ho lavorato con i progettisti che per 20 anni senza mai averli incontrati faccia a faccia!

Ultima cosa. Io non cerco una laurea. Spesso l’esperienza nel campo sopperisce la mancanza di una laurea. Ho riscontrato che spesso tra un laureato e una persona non laureata ma con molta esperienza, sono lievi. Ho riscontrato che forse nelle persone con laurea c’è maggiore disciplina nel lavoro, ma naturalmente esistono le eccezioni!”

Secondo me John ha ragione, e tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento.

1) La passione, la visione e l’auto-motivazione. Senza questi, ti sembrerà di avere vicino una roccia. Hai bisogno di qualcuno che condivida la tua visione. Non c’è niente di peggio di qualcuno che di dica “cosa vuoi che faccia dopo?”
2) Vocabolario. Un creativo dovrebbe essere in grado di spiegare ciò che sta accadendo e perché, in un linguaggio che voi e il vostro personale sia in grado di capire. Se si inizia parlando in termini vaghi come come “pop” e “impatto”, fargli spiegare cosa intende dire. È più semplice dire: «Se facciamo A e B, possiamo aspettarci C.”
3) l’intelligenza curiosa. Cerca qualcuno che sia curioso su tutto e si approcci alla vita con un senso di meraviglia. Sarebbe meglio  qualcuno che ha avuto il tempo di conoscere la tua azienda e che faccia domande intelligenti.
4) Buone capacità concettuali. Ci sono molti modi per raggiungere un obiettivo di design. Le abilità concettuali possono elaborare modi ancora diversi e escretivi. Preparatevi a uscire dai soliti clichè. I migliori concetti sono spesso trascurati in un primo momento.
5) Un portfolio. Saprete in poco tempo l’abilità del progettista. Confrontare il suo lavoro con altri di eccellenza che hai visto, e non cercare il compromesso. Se è inferiore a quello che stai cercando, terminare l’intervista proprio lì. Educatamente, per favore.
6) Progetti. Se vedi un sacco di progetti, non importa per quanto attraenti, non vi diranno molto, i progettisti possono creare facilmente opere singole. Chiedigli di parlarti di progetti completi – sito Web, stampa e materiale di cancelleria, per esempio, che condividono un aspetto comune e lo scopo. Questo lavoro è più difficile da visualizzare, organizzare ed eseguire.
7) Esperienza nel mondo reale. Chiedi sempre cosa ha portato ad un determinato progetto. Come ha fatto il progettista di interagire con il cliente? Qual è stato il suo ruolo? Quanto tempo ci ha dedicato? Le revisioni? Budget? Fantastiche “opere nel portfolio” sono meno desiderabili di elaborazioni reali. Se trovate entrambi, meglio!
8) Capire le competenze. Si spera sempre di trovare una persona sincera sulle proprie competenze. Saper usare Indesign non significa avere competenze di stampa e saper leggere il codice HTML non significa usare Dreamweaver.
Note Varie:
Inutile dire che le personalità devono essere compatibili. Mai assumere un candidato che sembra perfetto sperando che sia lui a cambiare, Solitamente è possibile sentire l’atmosfera subito. Fidati dell’istinto.
Anche se  l’atmosfera è buona, è una buona idea di stabilire un periodo di prova. Una persona può essere qualificata e compatibile, ma per un motivo o un altro non essere adatta al tipo do lavoro.
In ogni caso, datevi un periodo di almeno 90 giorni in cui uno di voi può terminare l’impegno lavorativo, senza nessuna penale. Questo è un bene per entrambi. Il lavoro creativo viene da amore, passione e relazione. Non può essere falso.
Considerare l’assunzione e di lavoro a lunga distanza. Il design è perfetto per questo, si può gestire facilmente anche con live chat, e-mail e siti FTP. Ho lavorato con i progettisti che per 20 anni senza mai averli incontrati faccia a faccia!
Ultima cosa. Io non cerco una laurea. Spesso l’esperienza nel campo sopperisce la mancanza di una laurea. Ho riscontrato che spesso tra un laureato e una persona non laureata ma con molta esperienza, sono lievi. Ho riscontrato che forse nelle persone con laurea c’è maggiore disciplina nel lavoro, ma naturalmente esistono le eccezioni!

2 Commenti

Unisciti alla discussione per dirci la tua

Laurarispondi
29 luglio 2010 a 20:41

sembra la tua descrizione.. 🙂
CARRIERA ASSICURATA!

Ariannarispondi
30 luglio 2010 a 9:42

semplicemente VERO!!!! 🙂

Rispondi